Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )

  Reply to this topicStart new topic

> Un ricordo di Pino Tuccimei.
 
Gius
Inviato il: Domenica, 02-Feb-2020, 14:09
Quote Post


Purple Piper
****

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 587
Utente Nr: 92
Iscritto il: 20-Lug-2007



https://www.youtube.com/watch?time_continue...eature=emb_logo

E' scomparso un Mito del Pop/Prog italico e non.

Pino Tuccimei (Roma, 15 marzo 1939 – Roma, 1 febbraio 2020) wub.gif

Messaggio modificato da Gius il Domenica, 02-Feb-2020, 14:11


--------------------
"Un Rickenbacker è per sempre"
PMEmail Poster
Top
 
Mauro
Inviato il: Domenica, 02-Feb-2020, 21:39
Quote Post


Guardian of the Flame
******

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 3950
Utente Nr: 470
Iscritto il: 27-Mag-2010



Una sua immagine d’epoca: 1972.

user posted image

Da Wikipedia:

“Manager artistico, produttore discografico ed organizzatore di grandi concerti Tuccimei inizia, dopo un passato da musicista, ad interessarsi di management nel 1967. In un primo tempo con gruppi minori, incontra nel 1968 i Pooh che ancora erano un gruppo appena conosciuto e ne diventa il manager fino al 1973. Nel frattempo cura gli interessi di molti altri artisti e gruppi tra i quali gli Osanna, i The Trip, Raccomandata Ricevuta di Ritorno, Metamorfosi, Procession, i Jaguars, i Rokketti e di alcuni di essi è anche il produttore discografico.

Dal 1975 inizia ad organizzare in proprio grandi eventi. In collaborazione con Franco Mamone di Milano porta in Italia in tour i Genesis, Van der Graaf Generator, Hookfoot, Emerson, Lake & Palmer, Jethro Tull, Colosseum. Negli anni '80 organizza assieme a Vincenzo Ratti e David Zard il primo tour italiano di Elton John. Nel 1970, 1971, 1972 è direttore artistico dei tre famosi raduni pop di Caracalla e Villa Pamphili a Roma dove nel 1972 si radunano circa 200.000 persone. Con questi raduni da un impulso decisivo al lancio del rock progressivo. Poi con la politicizzazione di quel tipo di sound lentamente si sposta su musica più soft e diventa il manager della cantante irlandese Kay McCarthy, di Gilbert Bécaud per l'Italia così come per Juliette Gréco. Dal 1982 è il manager dei The Platters, gruppo vocale statunitense.

È stato premiato per la sua attività in campo artistico per tre anni consecutivi con il Premio Campidoglio, ed inoltre con una Maschera d'Argento, una Grolla d'oro.
Nel 2012 si rimette in gioco e diventa il manager dei Just, gruppo vocale italiano.”


Addio, Pino e... grazie.
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topic

 



[ Script Execution time: 0.0967 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]