Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )

  Reply to this topicStart new topic

> Prog'Sud: cala la tela?
 
Mauro
Inviato il: Giovedì, 23-Gen-2020, 01:59
Quote Post


Guardian of the Flame
******

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 3950
Utente Nr: 470
Iscritto il: 27-Mag-2010



user posted image

Dopo la bellezza di venti edizioni, arriva la crisi per questo appuntamento classico della scena prog francese.
Il sito del festival è estinto e non più leggibile. Rimane attiva solo la pagina FB, nella quale leggo quanto segue...

"Hello friends,

This message will not be long, not the heart to speak ...
Due to budget problems, which has continued to decrease in recent years, we are unable to organize the Prog'Sud 2020 festival in good conditions, in addition to some personal concerns ...
We could hardly organize the 20th edition in May 2019 and we decide to take a break in 2020 in order to seek (and try to find!) the best possible solutions to organize future editions.
Maybe in a slightly different form?
It was a painful decision because it was sad but reasonable, and I am very sorry.
Thank you to those who have always supported us and to those who would like to do so! If there are sponsors, don’t hesitate to contact us ...

I kiss you all
See you soon
Eliane Armansa / Présidente / Prog'Sud Organisation"


ahsi.gif https://www.facebook.com/prog.sud/?ref=py_c
_______________________________________________________________

Insomma, nel confermare che in questo 2020 il festival non si terrà, la mitica Megapresidentessa Eliane dice chiaro e tondo che il futuro è un grosso punto di domanda. Lascia comunque aperto un piccolo spiraglio di speranza per una eventuale rinascita ("forse in formato un po' differente"), beninteso a condizione che si palesino degli sponsors in grado di resuscitare la manifestazione. Incrociamo le dita!

La news non mi sorprende, comunque: che le cose per il Prog'Sud non girassero al meglio era evidente già da varie edizioni. Programmi sempre più brevi e scarni, chiaramente al risparmio: l'ombra dei Grandi Anni in cui il festival marsigliese durava cinque giorni e schierava nomi prestigiosi. Peccato, peccato. cry.gif E' stato al Jas'Rod (che gran bel locale!) che ho visto per la prima volta gli Anima Mundi. In anni successivi anche Pår Lindh e gli Shylock: ricordi, Fossati? Che serata! Occhiolino.gif Arlequins non ha mai mancato di riferire al riguardo, perchè -data la relativa vicinanza di Marsiglia- la presenza dei proggers italiani al "Sud" non è mai mancata, anche se in quantità sparuta.

Auguro di cuore alla cara Eliane di riuscire a reperire nuove risorse.
Se pure il Prog'Sud risorgesse come minifestival di una sola giornata, sia.
L'importante è che il "marchio" non sparisca: il prog non ha molti punti di riferimento in Francia.
Il RIO Festival è morto e sepolto, se molla anche il Prog'Sud resterebbero solo Crescéndo e Rock Au Chateau: un po' pochino per un Paese di tale tradizione progressiva...

KTFB
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topic

 



[ Script Execution time: 0.1545 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]