Versione stampabile della discussione
Clicca qui per visualizzare questa discussione nel suo formato originale
Arlequins Forum > The Chamber of 32 Doors > Prog In Classifica?


Inviato da: tribalfusion il Lunedì, 14-Gen-2019, 23:38
Salve a tutti!

Vi scrivo dagli Stati Uniti (sono americano ma ho vissuto in Italia) per chiedere quali sono i più popolari gruppi italiani (prog ovviamente). Sarei curioso di sapere se c'è stato un disco prog in classifica in Italia dopo l'epoca d'oro.

Poi per quanto riguarda le tournée, chi riesce a riempire i locali piu grandi (in Italia) ecc? Dalle cifre che ho visto, sarebbero i PFM ma chi sono gli altri secondo voi?

Se e' possibile preferirei distinguere fra gruppi 'classici' e gruppi 'nuovi' e forse anche prog-metal. Quindi dai PFM e Banco ai Kingcrow, DGM, Labyrynth, La Maschera di Cera, L'Accordo dei Contrari ecc...

Grazie!!


Inviato da: Kid Cox il Martedì, 15-Gen-2019, 07:23
Caro Tribalfusion ben arrivato in Arlequins!
Purtroppo dopo "l''epoca d' oro" non credo che abbiamo avuto nuovi exploit da parte di Prog band.
Forse chi è arrivato "più in alto" sono stai Le Orme con "il fiume" (disco d'oro se ben ricordo).
Oltre alle 3 band storiche (PFM, Banco, Le Orme) ritengo che solamente La Locanda delle Fate sia riuscita negli ultimi 20 anni a riempire le sale.
Purtroppo come ben sai, non c'è interesse mediatico. Anche i border line Toto, passati qui 3 anni fa e capaci di riempire un Arena da 10.000 persone, non hanno avuto riscontro sui media, tant'è che il loro ottimo nuovo album non è praticamente mai passato sulle nostre radio.

Inviato da: Mauro il Martedì, 15-Gen-2019, 11:36
QUOTE (tribalfusion)
Salve a tutti!
Vi scrivo dagli Stati Uniti

Innanzitutto welcome.gif to Arlequins, Tribal.
Curiosità: da quale dei cinquanta States digiti?

Veniamo alle questioni da te poste. Avevo pensato di scrivere un posto molto articolato/ragionato etc etc, ma ho cambiato idea: inutile spaccare il capello in quattro. Le risposte valide sono quelle fondate sull’evidenza dei fatti. Inutile guardare in altre direzioni all’affannosa ricerca di tanti “distinguo”.
Chiedevi:

QUOTE (tribalfusion)
quali sono i più popolari gruppi italiani (prog ovviamente).

Sempre loro: PFM, Banco, Orme, New Trolls, Goblin e (appena un gradino più sotto) Area. I primi cinque sono ancora attivi (i Trolls e i Goblin, in particolare, spaccati in varie formazioni riconducibili allo stesso marchio), mentre gli Area –dopo un veemente ritorno negli anni scorsi- sono di nuovo evaporati.
Oltre a questi mostri sacri, le uniche prog band italiane a godere di vera popolarità (e cioè nel pieno senso di questo termine) sono i tributi: The Watch su tutti.

QUOTE (tribalfusion)
Sarei curioso di sapere se c'è stato un disco prog in classifica in Italia dopo l'epoca d'oro.

Dopo l’epoca d’oro? Penso che una ricerca in Rete risponderebbe alla domanda, beninteso a patto di avere tempo e voglia di effettuarla. A naso, dubito fortemente che il prog possa anche solo aver sfiorato le classifiche. Va anche detto che all’epoca d’oro queste erano una cosa abbastanza seria: si formavano sulla base di centinaia di migliaia di oggetti fisici (LP e cassette) venduti, mentre in tempi più recenti bastano anche poche (ma poche, eh) migliaia di copie, unitamente a “stime” (più o meno empiriche) basate su scarichi digitali, visualizzazioni e likes.

QUOTE (tribalfusion)
Poi per quanto riguarda le tournée, chi riesce a riempire i locali piu grandi (in Italia) ecc? Dalle cifre che ho visto, sarebbero i PFM ma chi sono gli altri secondo voi?

Oltre la PFM? Sempre loro: Banco, Orme, New Trolls e Goblin. Tolti questi mostri sacri, le uniche prog band italiane a poter fare un “pienone” sono i tributi: The Watch su tutti. biggrin.gif biggrin.gif biggrin.gif

Keep the Flame burning!

Inviato da: tribalfusion il Martedì, 15-Gen-2019, 22:15
QUOTE (Kid Cox @ Martedì, 15-Gen-2019, 07:23)
Caro Tribalfusion ben arrivato in Arlequins!
Purtroppo dopo "l''epoca d' oro" non credo che abbiamo avuto nuovi exploit da parte di Prog band.
Forse chi è arrivato "più in alto" sono stai Le Orme con "il fiume" (disco d'oro se ben ricordo).
Oltre alle 3 band storiche (PFM, Banco, Le Orme) ritengo che solamente La Locanda delle Fate sia riuscita negli ultimi 20 anni a riempire le sale.
Purtroppo come ben sai, non c'è interesse mediatico. Anche i border line Toto, passati qui 3 anni fa e capaci di riempire un Arena da 10.000 persone, non hanno avuto riscontro sui media, tant'è che il loro ottimo nuovo album non è praticamente mai passato sulle nostre radio.

Grazie! Effettivamente Le Orme hanno 2 dischi d'oro il che semba da fantascienza oggi (ho appena studiato l'ultima classifica della FIMI e devo dire che e' molto deprimente per un amante dell'Italia e della musica in generale!).

Fra gli altri gruppi prog degli ultimi anni (anche prog-metal), secondo te quali sono i più 'popolari' in Italia (nel contesto attuale con tutti i suoi limiti)? Ho ancora una visione dell'Italia come paese 'prog-friendly' anche se...

I Toto qui in America finalmente stanno vivendo un momento di popolarità 'hipster' ma non sono molto ben visti qui normalmente purtroppo :(

Inviato da: tribalfusion il Martedì, 15-Gen-2019, 22:54
QUOTE (Mauro @ Martedì, 15-Gen-2019, 11:36)
QUOTE (tribalfusion)
Salve a tutti!
Vi scrivo dagli Stati Uniti

Innanzitutto welcome.gif to Arlequins, Tribal.
Curiosità: da quale dei cinquanta States digiti?

Veniamo alle questioni da te poste. Avevo pensato di scrivere un posto molto articolato/ragionato etc etc, ma ho cambiato idea: inutile spaccare il capello in quattro. Le risposte valide sono quelle fondate sull’evidenza dei fatti. Inutile guardare in altre direzioni all’affannosa ricerca di tanti “distinguo”.
Chiedevi:

QUOTE (tribalfusion)
quali sono i più popolari gruppi italiani (prog ovviamente).

Sempre loro: PFM, Banco, Orme, New Trolls, Goblin e (appena un gradino più sotto) Area. I primi cinque sono ancora attivi (i Trolls e i Goblin, in particolare, spaccati in varie formazioni riconducibili allo stesso marchio), mentre gli Area –dopo un veemente ritorno negli anni scorsi- sono di nuovo evaporati.
Oltre a questi mostri sacri, le uniche prog band italiane a godere di vera popolarità (e cioè nel pieno senso di questo termine) sono i tributi: The Watch su tutti.

QUOTE (tribalfusion)
Sarei curioso di sapere se c'è stato un disco prog in classifica in Italia dopo l'epoca d'oro.

Dopo l’epoca d’oro? Penso che una ricerca in Rete risponderebbe alla domanda, beninteso a patto di avere tempo e voglia di effettuarla. A naso, dubito fortemente che il prog possa anche solo aver sfiorato le classifiche. Va anche detto che all’epoca d’oro queste erano una cosa abbastanza seria: si formavano sulla base di centinaia di migliaia di oggetti fisici (LP e cassette) venduti, mentre in tempi più recenti bastano anche poche (ma poche, eh) migliaia di copie, unitamente a “stime” (più o meno empiriche) basate su scarichi digitali, visualizzazioni e likes.

QUOTE (tribalfusion)
Poi per quanto riguarda le tournée, chi riesce a riempire i locali piu grandi (in Italia) ecc? Dalle cifre che ho visto, sarebbero i PFM ma chi sono gli altri secondo voi?

Oltre la PFM? Sempre loro: Banco, Orme, New Trolls e Goblin. Tolti questi mostri sacri, le uniche prog band italiane a poter fare un “pienone” sono i tributi: The Watch su tutti. biggrin.gif biggrin.gif biggrin.gif

Keep the Flame burning!

Grazie Mauro! Digito da Boston (brrr!)

La tua risposta quadra con i dati che ho potuto trovare su internet ed e' sempre meglio avere la conferma da esperti sul luogo!

Forse sapete che i Goblin hanno fatto delle tournée più o meno di successo qui pure (oltre ai PFM). The Watch sono forse diventati un po' come The Musical Box da queste parti (ho visto che hanno fatto una tournée anche li da voi).

Ti vorrei fare la stessa domanda che ho fatto a Kid Cox: fra gli altri gruppi prog dopo l'epoca d'oro (anche prog-metal), secondo te quali sono i più 'popolari' in Italia (nel contesto attuale con tutti i suoi limiti)?

Per esempio, qui in America Neal Morse ed i Dream Theater non sono popolari come i Kansas o Todd Rundgren/Utopia negli anni 70 ma hanno sicuramente più successo di altri e riescono a fare tournée ed anche entrare in certe classifiche. Poi ci sono i Tool o The Mars Volta ecc che sono spesso visti come prog o forse 'prog-friendly' (non sarebbe strano trovare qualcuno con una maglietta dei Gentle Giant ad un concerto dei Tool per esempio).

Forse dovrei chiedere quali sono i dischi e gruppi almeno un pochetto 'simil-prog' che hanno avuto un minimo di successo in Italia dopo l'epoca d'oro. Kingcrow, DGM, Labyrinth = Dream Theater (con le dovute proporzioni) o non tanto? La Maschera di Cera, Accordo dei Contrari, Il Bacio della Medusa o forse solo The Watch = Neal Morse?

Grazie!!

Inviato da: Kid Cox il Martedì, 15-Gen-2019, 23:31
I the watch Oggi sono dei professionisti (!!!) che hanno adottato una strategia intelligente per chi voleva "vivere" di musica.
Mi spiego : fanno della musica originale (fortemente influenzata dai Genesis) da circa 20 anni e dopo aver riscontrato difficoltà a potersi esibire con le proprie canzoni (in Italia se vuoi stare sul palco DEVI fare cover) cominciarono a diminuire i propri brani on stage sostituendoli con i Genesis.
Questo ha funzionato al punto che hanno ribaltato la situazione che gli consente anche di vendere parecchio materiale proprio nei concerti.
A differenza dei TMB che ricreano lo "spettacolo Genesis" più vicino all'originale, cercano di interpretare in "the Watch style" I Genesis.

Inviato da: Kid Cox il Martedì, 15-Gen-2019, 23:41
Dei nuovi gruppi, i più popolari oggi credo siano i The Watch, sicuramente; forse La Coscienza di Zeno, magari La Fabbrica del l'assoluto (viste le recenti esibizioni in giro per l'Europa) e poco altro (sto pensando alle esibizioni o concerti). Magari i nostri amici lombardi (io vivo a Roma) per questo hanno il polso della situazione più "vivo".
Per il recente passato avrei detto sicuramente Asgard, i quali hanno venduto parecchie copie dei loro primi 4 album ed hanno avuto un forte riscontro soprattutto in Germania e Nord Europa.

Inviato da: tribalfusion il Mercoledì, 16-Gen-2019, 01:03
QUOTE (Kid Cox @ Martedì, 15-Gen-2019, 23:41)
Dei nuovi gruppi, i più popolari oggi credo siano i The Watch, sicuramente; forse La Coscienza di Zeno, magari La Fabbrica del l'assoluto (viste le recenti esibizioni in giro per l'Europa) e poco altro (sto pensando alle esibizioni o concerti). Magari i nostri amici lombardi (io vivo a Roma) per questo hanno il polso della situazione più "vivo".
Per il recente passato avrei detto sicuramente Asgard, i quali hanno venduto parecchie copie dei loro primi 4 album ed hanno avuto un forte riscontro soprattutto in Germania e Nord Europa.

Grazie Kid Cox!

Avevo provato a trovare i locali (e le loro capienze) dove suonano i vari gruppi prog moderni in Italia su setlist.fm ma ci sono poche date di questi gruppi (forse setlist.fm non si usa molto da voi?) e neanche tante date su facebook. Non so se le date siano poche perché mancano sui siti o perché non ci sono proprio...

Com'è la situazione musicale a Roma oggi (locali, negozi, gruppi, fans ecc) rispetto a 10 o 20 anni fa per esempio? Ho vissuto a Roma...bellissima città!

Ovviamente se hai delle domande per quanto riguarda la scena musicale qui proverò a risponderti :)


Grazie!!

Inviato da: tribalfusion il Mercoledì, 16-Gen-2019, 01:15
QUOTE (Kid Cox @ Martedì, 15-Gen-2019, 23:31)
I the watch Oggi sono dei professionisti (!!!) che hanno adottato una strategia intelligente per chi voleva "vivere" di musica.
Mi spiego : fanno della musica originale (fortemente influenzata dai Genesis) da circa 20 anni e dopo aver riscontrato difficoltà a potersi esibire con le proprie canzoni (in Italia se vuoi stare sul palco DEVI fare cover) cominciarono a diminuire i propri brani on stage sostituendoli con i Genesis.
Questo ha funzionato al punto che hanno ribaltato la situazione che gli consente anche di vendere parecchio materiale proprio nei concerti.
A differenza dei TMB che ricreano lo "spettacolo Genesis" più vicino all'originale, cercano di interpretare in "the Watch style" I Genesis.

Grazie per la spiegazione! Infatti ho qualche disco dei Watch e non avevo notato la loro nuova strategia (sono anni che non vengono in America poi).

The Musical Box qui riempiono teatri abbastanza grandi (1000-2000 persone) e anche di più da voi a volte (tipo la Sala Santa Cecilia a Roma) quindi immagino che siano ancora più conosciuti da voi ormai...

Inviato da: Kid Cox il Mercoledì, 16-Gen-2019, 06:46
I The watch sono stati più volte in Canada (Festival Terra Incognita se ben ricordo), spesso suonano in Nord Europa (Germania e Olanda principalmente), qui a Roma vengono un paio di volte l'anno (400 posti, sold out). Il locale si chiama Crossroad.
Poi c'è Stazione Birra e Jailbreak (sempre a Roma).
A Milano La Casa di Alex offre progrock praticamente tutte le settimane cosi come Il Giardino a Verona. Anche a Genova la scena live è abbastanza vivace mentre altrove tutto è principalmente legato ai festival, anche se oggi sono copiosi (a memoria saranno almeno una decina, con Veruno, Trieste, Afragola, Genova, FIM e Progressivamente a Roma in testa).
Domande ovviamente ne ho e ne abbiamo ma per non fare confusione ora rimango sulle risposte.
Comunque proprio i Boston (adoro Third e Corporate America) sono tra le mie band USA preferite.

Inviato da: Mauro il Mercoledì, 16-Gen-2019, 09:48
QUOTE (tribalfusion)
Ti vorrei fare la stessa domanda che ho fatto a Kid Cox: fra gli altri gruppi prog dopo l'epoca d'oro (anche prog-metal), secondo te quali sono i più 'popolari' in Italia (nel contesto attuale con tutti i suoi limiti)? 

Visto che specifichi chiaramente “dopo l’epoca d’oro”, bypasso senz’altro tutti i “dinosauri minori” ’70 ancora attivi, ciascuno con un discreto seguito.
Eccoti dunque i dieci nomi in fuga, quelli che IMHO precedono di qualche lunghezza tutti gli altri.
In ordine rigorosamente alfabetico (sai, il piccolo mondo RPI è sempre sull’orlo d’una crisi di nervi):

Bacio Della Medusa
Barock Project
Il Tempio Delle Clessidre (sveglia, però: ultimo segno di vita nel giugno del ‘17)
Kingcrow (ben più conosciuti all’estero che in Italia, comunque)
La Coscienza Di Zeno
Nosound (anche se ormai è difficile ritenerli ancora al 100% italiani)
RanestRane
Soul Secret (vale quanto detto per i Kingcrow)
Syndone
Unreal City

A guidare il gruppo degli inseguitori: FEM – Forza Elettro Motrice, Not A Good Sign, Accordo Dei Contrari e le varie band di Fabio Zuffanti.

KTFB

Inviato da: Jacobaeus il Mercoledì, 16-Gen-2019, 11:48
Deus Ex Machina?

Inviato da: Peppe il Mercoledì, 16-Gen-2019, 12:00
Qualche anno fa non entrò in qualche classifica di vendita la Maschera di Cera? O me lo sto immaginando ora? Non ricordo bene.

Peppe

Inviato da: Kid Cox il Mercoledì, 16-Gen-2019, 12:09
Uh avevo proprio dimenticato... Beh forse i RaneStrane sono al vertice del new Prog italico in quanto a "conosciuto"; anche i Barock Project...
Ai Syndone avevo pensato ma li legavo al periodo "aureo".

Inviato da: tribalfusion il Mercoledì, 16-Gen-2019, 22:37
QUOTE (Mauro @ Mercoledì, 16-Gen-2019, 09:48)
QUOTE (tribalfusion)
Ti vorrei fare la stessa domanda che ho fatto a Kid Cox: fra gli altri gruppi prog dopo l'epoca d'oro (anche prog-metal), secondo te quali sono i più 'popolari' in Italia (nel contesto attuale con tutti i suoi limiti)? 

Visto che specifichi chiaramente “dopo l’epoca d’oro”, bypasso senz’altro tutti i “dinosauri minori” ’70 ancora attivi, ciascuno con un discreto seguito.
Eccoti dunque i dieci nomi in fuga, quelli che IMHO precedono di qualche lunghezza tutti gli altri.
In ordine rigorosamente alfabetico (sai, il piccolo mondo RPI è sempre sull’orlo d’una crisi di nervi):

Bacio Della Medusa
Barock Project
Il Tempio Delle Clessidre (sveglia, però: ultimo segno di vita nel giugno del ‘17)
Kingcrow (ben più conosciuti all’estero che in Italia, comunque)
La Coscienza Di Zeno
Nosound (anche se ormai è difficile ritenerli ancora al 100% italiani)
RanestRane
Soul Secret (vale quanto detto per i Kingcrow)
Syndone
Unreal City

A guidare il gruppo degli inseguitori: FEM – Forza Elettro Motrice, Not A Good Sign, Accordo Dei Contrari e le varie band di Fabio Zuffanti.

KTFB

Grazie Mauro...ottima lista, molto utile e il tuo commento sul piccolo mondo RPI sempre sull’orlo d’una crisi di nervi mi ha fatto ridere un pochetto pure :)

La prossima domanda che mi viene in mente e' se un Italiano non e' un 'addetto ai lavori' potrebbe conoscere qualche gruppo prog di questi qui o stiamo parlando solo di gente che frequenta i festival prog ecc?

Inviato da: Kid Cox il Giovedì, 17-Gen-2019, 07:26
Praticamente è così, se non sei un progger difficilmente conoscerai queste band.
L'unica alternativa è la concorrenza privata (parenti, amici). Giusto in qualche caso, scuola (mi viene da pensare al concerto dei Wobbler a Roma tenutosi in una sala legata ad un Università, fu bello vedere tanti giovani ed anche parecchio pubblico femminile).

Inviato da: Mauro il Giovedì, 17-Gen-2019, 09:03
QUOTE (tribalfusion)
QUOTE (Mauro)
Bacio Della Medusa
Barock Project
Il Tempio Delle Clessidre (sveglia, però: ultimo segno di vita nel giugno del ‘17)
Kingcrow (ben più conosciuti all’estero che in Italia, comunque)
La Coscienza Di Zeno
Nosound (anche se ormai è difficile ritenerli ancora al 100% italiani)
RanestRane
Soul Secret (vale quanto detto per i Kingcrow)
Syndone
Unreal City

A guidare il gruppo degli inseguitori: FEM – Forza Elettro Motrice, Not A Good Sign, Accordo Dei Contrari e le varie band di Fabio Zuffanti.

La prossima domanda che mi viene in mente e' se un Italiano non e' un 'addetto ai lavori' potrebbe conoscere qualche gruppo prog di questi qui o stiamo parlando solo di gente che frequenta i festival prog ecc?

Concordo con Kid: tolti quei cinque/sei Grandi Dinosauri Nazionalpopolari (conosciuti anche da chi del prog se ne infischia rotondamente) è praticamente impossibile imbattersi in altri nomi. Può succedere solo per caso, in maniera del tutto fortuita. Il prog vive –e a suo modo prospera, sissignori- solo all’interno delle solite riserve indiane: le pagine di PROGitalia, Veruno e altri festival, La Casa di Alex, il Club Giardino, mettiamoci pure La Clacque, il negozio di Black Widow a Genova, quelle due o tre trasmissioni radiofoniche dedicate, Arlequins e via dicendo.

Toh, mi sento di dire che negli ultimi anni i termini “prog”/”progressive” circolano con frequenza, grazie ad alcune iniziative editoriali: questo sì. Molta più gente ha quanto meno sentito questa parola. gia.gif Non solo: la critica musicale ha finalmente dismesso quell’ostilità preconcetta al prog che l’ha caratterizzata per decenni.

Ma più di questo, no. “Classifica” e “Prog” sono due concetti che non vanno d’accordo, Tribal. Non siamo più nei ’70: là fuori è tutto trap, social, reality show e analfabetismo di ritorno. Non è certo terreno sul quale l’esile alberello del prog possa diventare una sequoia.

KTFB

Inviato da: river il Giovedì, 17-Gen-2019, 09:47
QUOTE (Mauro @ Giovedì, 17-Gen-2019, 09:03)
Non siamo più nei ’70: là fuori è tutto trap, social, reality show e analfabetismo di ritorno. Non è certo terreno sul quale l’esile alberello del prog possa diventare una sequoia.


smlove2.gif

Inviato da: Kid Cox il Giovedì, 17-Gen-2019, 17:09
Anche se, caro Mauro, una prog and è nata proprio in un reality... A New York se non sbaglio!
Purtroppo non ne ricordo il nome...

Inviato da: tribalfusion il Giovedì, 17-Gen-2019, 20:22
QUOTE (Kid Cox @ Giovedì, 17-Gen-2019, 17:09)
Anche se, caro Mauro, una prog and è nata proprio in un reality... A New York se non sbaglio!
Purtroppo non ne ricordo il nome...

Forse stai pensando ai District 97 (Leslie Hunt)? http://district97.net/leslie-hunt

Inviato da: tribalfusion il Giovedì, 17-Gen-2019, 23:51
QUOTE (Mauro @ Giovedì, 17-Gen-2019, 09:03)
QUOTE (tribalfusion)
QUOTE (Mauro)
Bacio Della Medusa
Barock Project
Il Tempio Delle Clessidre (sveglia, però: ultimo segno di vita nel giugno del ‘17)
Kingcrow (ben più conosciuti all’estero che in Italia, comunque)
La Coscienza Di Zeno
Nosound (anche se ormai è difficile ritenerli ancora al 100% italiani)
RanestRane
Soul Secret (vale quanto detto per i Kingcrow)
Syndone
Unreal City

A guidare il gruppo degli inseguitori: FEM – Forza Elettro Motrice, Not A Good Sign, Accordo Dei Contrari e le varie band di Fabio Zuffanti.

La prossima domanda che mi viene in mente e' se un Italiano non e' un 'addetto ai lavori' potrebbe conoscere qualche gruppo prog di questi qui o stiamo parlando solo di gente che frequenta i festival prog ecc?

Concordo con Kid: tolti quei cinque/sei Grandi Dinosauri Nazionalpopolari (conosciuti anche da chi del prog se ne infischia rotondamente) è praticamente impossibile imbattersi in altri nomi. Può succedere solo per caso, in maniera del tutto fortuita. Il prog vive –e a suo modo prospera, sissignori- solo all’interno delle solite riserve indiane: le pagine di PROGitalia, Veruno e altri festival, La Casa di Alex, il Club Giardino, mettiamoci pure La Clacque, il negozio di Black Widow a Genova, quelle due o tre trasmissioni radiofoniche dedicate, Arlequins e via dicendo.

Toh, mi sento di dire che negli ultimi anni i termini “prog”/”progressive” circolano con frequenza, grazie ad alcune iniziative editoriali: questo sì. Molta più gente ha quanto meno sentito questa parola. gia.gif Non solo: la critica musicale ha finalmente dismesso quell’ostilità preconcetta al prog che l’ha caratterizzata per decenni.

Ma più di questo, no. “Classifica” e “Prog” sono due concetti che non vanno d’accordo, Tribal. Non siamo più nei ’70: là fuori è tutto trap, social, reality show e analfabetismo di ritorno. Non è certo terreno sul quale l’esile alberello del prog possa diventare una sequoia.

KTFB

Grazie di nuovo Mauro! "là fuori è tutto trap, social, reality show e analfabetismo di ritorno. Non è certo terreno sul quale l’esile alberello del prog possa diventare una sequoia" Ammetto che quando ho dato un'occhiata alla classifica l'altro giorno ero rimasto scioccato dalla quantità di rappers in Italia. Trap poi...tristissimo.

Per tornare al discorso di prog in classifica, non intendevo solo fra i primi 10 posti (anche nei primi 100 posti va bene!). L'utimo live dei Crimson e' arrivato al numero 84 in Italia per esempio.

Negli ultimi 5-10 anni in Germania, America, Canada, Svezia ecc Steven Wilson, Dream Theater, Neal Morse, Opeth, Riverside, Meshuggah, Tool, Mars Volta, Haken, Anathema, Big Big Train, King Gizzard, Caligula's Horse, Marillion sono entrati in classifica, a volte anche in alto (l'ultimo degli Opeth e' arrivato al numero 1 in Germania, l'ultimo di Wilson al numero 3 nel Regno Unito e al numero 2 in Germania) senza parlare dei classici Floyd/Gilmour/Waters, Rush, Kansas, Yes, Hackett, Deep Purple (con Morse al numero 1 in Germania ben 2 volte), Tull/Anderson ecc.

Quindi e' ancora fattible in teoria anche se ovviamente rimane improbabile. Mi chiedevo se la situazione fosse più o meno uguale in Italia e sembra che sia forse peggiore rispetto ad altri paesi da quello che dite. E' difficile fare ricerche sul sito della FIMI ma per ora ho trovato qualche gruppo straniero (Dream Theater 'The Astonishing' al numero 3, Steven Wilson 'To the Bone' al numero 8, Opeth 'Heritage' al numero 21, Haken 'Affinity' al numero 79, Kansas 'Prelude Implicit' al numero 63, Pat Metheny 'Kin' al 14, Mars Volta 'Frances' al numero 21, Steve Hackett 'Night Siren' al numero 11, Symphony X 'Underworld' al numero 65 ) e anche i PFM ('PFM in Classic' al numero 25), Le Orme ('Felona' al numero 79), i Banco ('Un'Idea' al numero 17) ed i Rhapsody of Fire ('Triumph' al numero 18).

In ogni caso devi ammettere che forse solo in Italia potrebbe succedere una cosa di questo genere: http://ilquotidianodellitorale.it/ostia-al-parco-dei-fusco-la-banda-suona-il-rock-con-la-prestigiosa-banda-musicale-della-polizia-locale-di-roma-capitale/ :)


Inviato da: Mauro il Venerdì, 18-Gen-2019, 08:19
QUOTE (tribalfusion)
E' difficile fare ricerche sul sito della FIMI ma per ora ho trovato qualche gruppo straniero (Dream Theater 'The Astonishing' al numero 3, Steven Wilson 'To the Bone' al numero 8, Opeth 'Heritage' al numero 21, Haken 'Affinity' al numero 79, Kansas 'Prelude Implicit' al numero 63, Pat Metheny 'Kin' al 14, Mars Volta 'Frances' al numero 21, Steve Hackett 'Night Siren' al numero 11, Symphony X 'Underworld' al numero 65 ) e anche i PFM ('PFM in Classic' al numero 25),  Le Orme ('Felona' al numero 79), i Banco ('Un'Idea' al numero 17) ed i Rhapsody of Fire ('Triumph' al numero 18).

Se allarghiamo il discorso (che finora verteva solo sui gruppi italiani) anche alle band estere, allora ci sta eccome che qualcosa faccia capolino in classifica: a maggior ragione se siamo tanto inclusivi da prendere in considerazione Rhapsody Of Fire, Symphony X e Pat Metheny. blink.gif Quanto a Dream Theater, Haken, Opeth e Mars Volta sono lì solo in quanto imparentati col metal, se non metal tout-court. Quanto a Steven Wilson, nel 2019 è ancora prog? asd.gif Fra quei nomi, l'unico che un povero vecchio come me è serenamente in grado di etichettare come prog è Steve Hackett. Ma la chiudo subito qui, amico americano, perchè se ci mettiamo a discutere su "cosa è prog e cosa no", davvero non ne usciamo più. Mi arrendo subito, guarda. biggrin.gif

Restiamo ON TOPIC.

* Ribadisco che in tempi in cui il "supporto fisico" è praticamente morto, non servono numeri enormi per entrare nella Top 100. Non conosco i criteri esatti, ma mi azzardo a dire che con... toh... tremila stupidissime copie fisiche vendute ci si può riuscire. Sbaglio? Non credo. In ogni caso mi congratulo col caro buon vecchio Steve per la sua undicesima posizione. god.gif

* Detto questo, resto dell'idea che il mondo è troppo cambiato per consentire a un genere complicato/cervellotico come il prog (prog e basta: non prog metal, che è metal) di entrare in classifica. Gli All Traps On Earth o gli Ancient Veil lì dentro non li vedremo mai, mettiamocelo bene in testa.

* E sai che ti dico? Honestly, Tribal, I don't give a damn. Occhiolino.gif Io spero che il prog sopravviva e credo che all'interno delle sue "riserve indiane" sia perfettamente in grado di riuscirci. Ci sarà sempre qualche Ultimo Mohicano in cerca di musica diversa e stimolante, lontana anni luce dal mainstream.

Tanto mi basta. gangialf.gif

Keep!

Inviato da: giuse il Venerdì, 18-Gen-2019, 10:28
Beh, forse nelle classifiche di vendita oggi entrano anche i lavori scaricati "regolarmente" dalla rete, ma il discorso non cambia.
In un'altra discussione mi ero lamentato del fatto che oggi è troppo facile registrare musica e l'ovvia conseguenza è l'enorme quantità di note che ci vengono propinate, anche restando nell'ambito prog (che ci crediate o no, sono riuscito solo da pochi giorni a sentire e gustare come si deve i cd di Agusa e Wobbler, che sono del 2017...).
Però è anche vero che se non ci fosse questa facilità di registrazione, mai questi ragazzi potrebbero farci conoscere la loro musica.
Fermo restando che sui gusti non si discute, è però imbarazzante il paragone tra la realtà attuale e quella di 45 anni fa, quando l'Italia per prima si è accorta (e ha mandato in cima alle classifiche) gente come Gentle Giant, VDGG e Genesis

Inviato da: Ayrton 2112 il Venerdì, 18-Gen-2019, 14:42
QUOTE (tribalfusion @ Mercoledì, 16-Gen-2019, 22:37)
QUOTE (Mauro @ Mercoledì, 16-Gen-2019, 09:48)
QUOTE (tribalfusion)
Ti vorrei fare la stessa domanda che ho fatto a Kid Cox: fra gli altri gruppi prog dopo l'epoca d'oro (anche prog-metal), secondo te quali sono i più 'popolari' in Italia (nel contesto attuale con tutti i suoi limiti)? 

Visto che specifichi chiaramente “dopo l’epoca d’oro”, bypasso senz’altro tutti i “dinosauri minori” ’70 ancora attivi, ciascuno con un discreto seguito.
Eccoti dunque i dieci nomi in fuga, quelli che IMHO precedono di qualche lunghezza tutti gli altri.
In ordine rigorosamente alfabetico (sai, il piccolo mondo RPI è sempre sull’orlo d’una crisi di nervi):

Bacio Della Medusa
Barock Project
Il Tempio Delle Clessidre (sveglia, però: ultimo segno di vita nel giugno del ‘17)
Kingcrow (ben più conosciuti all’estero che in Italia, comunque)
La Coscienza Di Zeno
Nosound (anche se ormai è difficile ritenerli ancora al 100% italiani)
RanestRane
Soul Secret (vale quanto detto per i Kingcrow)
Syndone
Unreal City

A guidare il gruppo degli inseguitori: FEM – Forza Elettro Motrice, Not A Good Sign, Accordo Dei Contrari e le varie band di Fabio Zuffanti.

KTFB

Grazie Mauro...ottima lista, molto utile e il tuo commento sul piccolo mondo RPI sempre sull’orlo d’una crisi di nervi mi ha fatto ridere un pochetto pure :)

La prossima domanda che mi viene in mente e' se un Italiano non e' un 'addetto ai lavori' potrebbe conoscere qualche gruppo prog di questi qui o stiamo parlando solo di gente che frequenta i festival prog ecc?

Solo gli addetti ai lavori, assolutamente.
Per fare un esempio, tra i miei amici (un gruppo abbastanza eterogeneo, di età compresa tra i 20 e i 35), i pochi a conoscere alcuni di questi gruppi li hanno sentiti da me. Stessa cosa per quanto riguarda Veruno: chi c'è andato - e si sono divertiti tutti - lo ha fatto su mio consiglio, altrimenti non lo avrebbe mai sentito nominare.


QUOTE (Mauro @ Venerdì, 18-Gen-2019, 08:19)
Detto questo, resto dell'idea che il mondo è troppo cambiato per consentire a un genere complicato/cervellotico come il prog (prog e basta: non prog metal, che è metal) di entrare in classifica.

Per quanto riguarda il metal, nel resto d'Europa la situazione è un po' più rosea, ma in Italia le classifiche sono comunque un mezzo miraggio, a meno che uno non si chiami Iron Maiden o Metallica.
C'è qualche gruppo più o meno recente che ha un minimo di tiro (Blind Guardian, Rhapsody, Sabaton, Nightwish, Epica, Ghost), ma restando confinato alla dimensione di locali come Alcatraz o Live di Trezzo, e anche qui l'età media degli spettatori inizia ad alzarsi. Qualche mese fa ho visto a Trezzo i Saxon, un gruppo fondamentale con quarant'anni di carriera, e di gente ce n'era parecchia, ma le persone della mia età o più giovani erano pochine.

Powered by Invision Power Board (http://www.invisionboard.com)
© Invision Power Services (http://www.invisionpower.com)