Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )

  Reply to this topicStart new topic

> Yes, Tre date - aprile 2020
 
Mauro
Inviato il: Domenica, 10-Nov-2019, 16:50
Quote Post


Guardian of the Flame
******

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 3893
Utente Nr: 470
Iscritto il: 27-Mag-2010



user posted image
Edit: La vedete la foto? Io no. Voi, spero di sì. Il forum è tornato a far pazzie, tanto per cambiare. Vabbè, amen, meglio rassegnarsi.

Anyways: eccoli qua, gli Yes di oggi. Geoff Downes, Steve Howe, Alan White, Jon Davison e Billy Sherwood. In tour si avvalgono di un sesto membro che –devo dire- non conosco: tale Jay Schellen alle percussioni.

Cosa aspettarsi da loro per questo tour 2020? Presto detto: un concerto in due parti. Nella prima, un’ampia selezione di brani pescati dalla loro monumentale discografia; nella seconda parte, l’esecuzione integrale di "Relayer" (quindi la suite per intero + i due epic). Vi prego, ditemi che come bis NON eseguiranno ancora Roundabout… asd.gif

Le tre date italiane di aprile cercatevele nel nostro Calendario (sempre lassù in alto a destra) oppure cliccando qui ahsi.gif http://yesworld.com/2019/10/yes-announces-...um-series-2020/
_____________________________

Ma cediamo un attimo al dolce spleen dei ricordi: l’ultima volta che li ho visti live (era la terza) risale a domenica 18 maggio 2014, al Teatro della Luna di Assago. Pare ieri, pare un’altra vita. C’era ancora Chris Squire, buon’anima - e fu, diciamolo, un signor show. Un concertone. Poi, si sa, il Tempo si porta via cose e persone. sad3.gif

Andrò stavolta? Non andrò? Boh, sono indeciso.
Francamente, sarei molto più tentato da una ipotetica data milanese di Anderson Wakeman Rabin.
Era comunque giusto segnalarvi queste tre date italiane degli Yes “propriamente detti”: magari qualche “nuova leva” non ha mai avuto occasione di vederli, no? Occhiolino.gif

In ogni caso, se doveste perderveli, non preoccupatevi più di tanto.
Torneranno.
Torneranno SEMPRE.
Si riuscirà comunque ad assemblare una formazione che porti in giro quel marchio.
Gli Yes sopravvivono a tutto, anche a se stessi.

Keep the Flame burning!

Messaggio modificato da Mauro il Domenica, 10-Nov-2019, 17:03
PMEmail Poster
Top
 
Kid Cox
Inviato il: Domenica, 10-Nov-2019, 20:30
Quote Post


Little Red Robin Hood
*****

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 1550
Utente Nr: 88
Iscritto il: 16-Lug-2007



Visti anche io 3 volte (ABWH, Union ed al Centrale del Tennis, non ricordo che anno ma Anderson probabilmente aveva avuto un "incontro ravvicinato del terzo tipo" con il di Bacco...).
Band che vale sempre il prezzo del biglietto, non esci mai a bocca asciutta ma anzi vorresti ingozzati di musica.
Grazie della segnalazione.
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
jdessi
Inviato il: Lunedì, 11-Nov-2019, 11:42
Quote Post


Purple Piper
****

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 879
Utente Nr: 768
Iscritto il: 15-Apr-2014



Ultima volta visti agli Arcimboldi: c'era Benoit e il deludente Oliver Wakeman. Howe e Squire: due leggende. Mi sono messo in prima fila e di fronte all'ampli del basso: nonostante non abbia capelli, Chris mi ha spettinato costantemente.
Magari il suono non era tanto equilibrato, ma mi sono goduto le linee di basso più belle del prog.
Chris ci manchi un casino...
Se da studio non li seguo da una vita: (da Tormato in poi), live invece, se riesco, vado a vederli: non deludono.


--------------------
'I riff di Petrucci stanno alla Musica come gli scioglilingua stanno alla Poesia'
PMEmail Poster
Top
 
Omonimo Vicentino
Inviato il: Martedì, 12-Nov-2019, 01:23
Quote Post


Lucky Man
**

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 53
Utente Nr: 845
Iscritto il: 14-Mar-2017



QUOTE (Kid Cox @ Domenica, 10-Nov-2019, 20:30)
Visti anche io 3 volte (ABWH, Union ed al Centrale del Tennis, non ricordo che anno ma Anderson probabilmente aveva avuto un "incontro ravvicinato del terzo tipo" con il di Bacco...).
Band che vale sempre il prezzo del biglietto, non esci mai a bocca asciutta ma anzi vorresti ingozzati di musica.
Grazie della segnalazione.

Era l' 11 Luglio del 2003,c'ero anch'io,sceso appositamente da Vicenza per il concerto.Sarà che son astemio totale,ma io quella sera Bacco che faceva compagnia a Jon Anderson proprio non l'o visto....
Di sicuro non dimentico la leggendaria entrata del Grandissimo Rick Wakeman con il mantello rigorosamente 70's....e ahimè la Pessima Acustica del Centrale,da dimenticare.
PMEmail Poster
Top
 
Omonimo Vicentino
Inviato il: Martedì, 12-Nov-2019, 01:34
Quote Post


Lucky Man
**

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 53
Utente Nr: 845
Iscritto il: 14-Mar-2017



QUOTE (jdessi @ Lunedì, 11-Nov-2019, 11:42)
Ultima volta visti agli Arcimboldi: c'era Benoit e il deludente Oliver Wakeman. Howe e Squire: due leggende. Mi sono messo in prima fila e di fronte all'ampli del basso: nonostante non abbia capelli, Chris mi ha spettinato costantemente.
Magari il suono non era tanto equilibrato, ma mi sono goduto le linee di basso più belle del prog.
Chris ci manchi un casino...
Se da studio non li seguo da una vita: (da Tormato in poi), live invece, se riesco, vado a vederli: non deludono.

MAGNIFICATION per me e' il loro ultimo Grande Album da Studio degno dei lavori settantiani
PMEmail Poster
Top
 
Vienna
Inviato il: Martedì, 12-Nov-2019, 11:37
Quote Post


Purple Piper
****

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 960
Utente Nr: 334
Iscritto il: 22-Feb-2009



QUOTE
MAGNIFICATION per me e' il loro ultimo Grande Album da Studio degno dei lavori settantiani

condivido anche se é da molto tempo che non l'ascolto
Mi ricordo anche la tournée con l'orchestra che ebbi fortuna di assistere,
non priva di pecche ma mi piacque molto gangialf.gif
PMEmail Poster
Top
 
LUMINOL
Inviato il: Lunedì, 25-Nov-2019, 16:16
Quote Post


Hogweed
*

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 25
Utente Nr: 876
Iscritto il: 21-Nov-2018



QUOTE (Omonimo Vicentino @ Martedì, 12-Nov-2019, 01:34)
QUOTE (jdessi @ Lunedì, 11-Nov-2019, 11:42)
Ultima volta visti agli Arcimboldi: c'era Benoit e il deludente Oliver Wakeman. Howe e Squire: due leggende. Mi sono messo in prima fila e di fronte all'ampli del basso: nonostante non abbia capelli, Chris mi ha spettinato costantemente.
Magari il suono non era tanto equilibrato, ma mi sono goduto le linee di basso più belle del prog.
Chris ci manchi un casino...
Se da studio non li seguo da una vita: (da Tormato in poi), live invece, se riesco, vado a vederli: non deludono.

MAGNIFICATION per me e' il loro ultimo Grande Album da Studio degno dei lavori settantiani

Sono d'accordo "Magnification" ...lo considero l'ultimo album degli Yes.
Visto l'ultima volta a maggio 2016 al Geox (Squire era mancato da circa
un'annetto) per la riproposizione di "Drama" e "Fragile" .
jon Davison a me piace molto (i lavori coi Glass Hammer sono ottimi) ma
l'album fatto con gli Yes e letteralmente imbarazzante...speravo portasse
un po' di nuova linfa all'interno dei ns vecchietti beniamini !!
Riproposizione "Relayer" ..ottimo !!! appl.gif appl.gif
PMEmail Poster
Top
 
vale
Inviato il: Lunedì, 25-Nov-2019, 16:39
Quote Post


Little Red Robin Hood
Group Icon

Gruppo: Contributors
Messaggi: 2009
Utente Nr: 39
Iscritto il: 31-Mag-2007



in linea di massima leggo che in Italia sono considerati "ridicoli", negli USA ancora degni di nota...dove sta la "verita'" ? per che li ha visti "live" ? Quello che " sento" io nei live ed uno stereo pessimo sono : "slow motion, White con i propri problemi fisici, Davison che mi piace di piu' nei Glass Hammer, Downes che " sarebbe meglio Moraz" ( almeno Relayer fatelo suonare a lui !), Sherwood ( mai piaciuto) che non e' malaccio ( che compito ingrato...) e Howe al 75%...Pero' il fatto che negli ultimi anni abbiano riproposto Drama, qualche brano che non facevano da anni ed ora Relayer non me li fa disprezzare...
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topic

 



[ Script Execution time: 0.3112 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]