Mappa Utenti

Entra in Chat
Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )

  Reply to this topicStart new topic

> LETHE - Il ritorno!, Paderno Dugnano (MI) - sabato 2 dicembre
 
Mauro
Inviato il: Lunedì, 06-Nov-2017, 21:59
Quote Post


Guardian of the Flame
*****

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 2868
Utente Nr: 470
Iscritto il: 27-Mag-2010



user posted image

Il ritorno dei Lethe? blink.gif
Estic*zzi! smile_tongue.gif

Formatisi fra Milano e dintorni nel 1990 (se ben ricordo), i Lethe pubblicarono quattro anni dopo il mai dimenticato Nymphae.
Questa la recensione che ne fece Arlequins…
ahsi.gif http://www.arlequins.it/pagine/articoli/al...&fine=M&ch=2305
Sentiamo un’altra campana, ProgArchives.
“Una formazione la cui musica –evolutasi fra Jethro Tull ed Emerson Lake & Palmer- si basa su preziosi passaggi di flauto. I Lethe hanno realizzato un solo album, ma che album! Brani molto estesi e raffinati, con melodie sofisticate e grande ricercatezza esecutiva. Nelle fasi strumentali è ai livelli di Blå Vardag, il classico degli Atlas.”
ahsi.gif http://www.progarchives.com/artist.asp?id=593

Sono anni che nei “soliti posti” (Veruno, La Casa, Il Giardino, etc) si mormora del loro ritorno. Anni, perché ogni volta c’è qualcosa che si mette di traverso. Nondimeno, malgrado i tanti anni trascorsi e le diverse strade intraprese (anche geograficamente) dai vari membri, alla fine ‘sta sospirata reunion è realtà. Davvero un piccolo-grande evento per chi ha vissuto la “metà dei Novanta”, un bel periodo di eccelsa creatività e rinnovato interesse per il prog: una di quelle cicliche fasi in cui il vecchio e mai domo genere rialza la testa e reclama a gran voce il suo spazio.

user posted image

Fabio Sanzo: voce solista, basso, chitarra 12 corde
Valerio Vado (che nel 2017 viene più spontaneo accostare ai Rêverie): chitarra solista, voce
Lorenzo Gervasi: tastiere
Serena Bruni: flauto
Pietro Paganelli: batteria

Sul palco, quattro quinti della band originale: manca giusto Stefano Fornaroli, l’indimenticabile cantante/flautista nonché fondatore della band. Stefano, purtroppo, non appartiene più a questo mondo ormai da molti anni: immagino che sia anche e soprattutto per ricordarlo che gli altri Lethe hanno infine trovato in loro la stamina necessaria a vincere i tanti ostacoli che si frapponevano alla reunion.

Per quanto ne so, da Nymphae verrà eseguita Caccia alle Streghe. Seguiranno tre brani tratti dal secondo e mai pubblicato Il Cavaliere Inesistente, concept album ispirato al romanzo di Italo Calvino: Animali cristiani, Pagani e L'elmo d'oro. Penso sia dall’edizione 1996 del Prog Festival di Vigevano (la "Veruno" di quegli anni) che non venivano più eseguiti dal vivo. Non so se nella setlist verrà inclusa anche Via Della Seta, ma spero proprio di sì – era un loro standard.
________________________________________________

La domanda che il sottoscritto si pone (unitamente a molti altri reduci di quegli anni, ne sono certo) è una sola: trattasi di reunion una tantum, la più classica delle “rimpatriate” e destinata dunque a durare lo spazio d’una o due serate… o è l’inizio di un nuovo cammino? Boh.gif

Mr. Valerio Vado!
Toc toc… si può? Occhiolino.gif
Disturbo?
Sei iscritto al Forum, dicci qualcosa…

Keep the Flame burning!
PMEmail Poster
Top
 
vale
Inviato il: Martedì, 07-Nov-2017, 09:57
Quote Post


Little Red Robin Hood
Group Icon

Gruppo: Contributors
Messaggi: 1678
Utente Nr: 39
Iscritto il: 31-Mag-2007



bella notizia
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
reverie
Inviato il: Martedì, 07-Nov-2017, 20:02
Quote Post


Hogweed
*

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 22
Utente Nr: 53
Iscritto il: 02-Giu-2007



QUOTE (Mauro @ Lunedì, 06-Nov-2017, 20:59)
user posted image

Il ritorno dei Lethe?  blink.gif
Estic*zzi!  smile_tongue.gif

Formatisi fra Milano e dintorni nel 1990 (se ben ricordo), i Lethe pubblicarono quattro anni dopo il mai dimenticato Nymphae.
Questa la recensione che ne fece Arlequins…
ahsi.gif http://www.arlequins.it/pagine/articoli/al...&fine=M&ch=2305
Sentiamo un’altra campana, ProgArchives.
“Una formazione la cui musica –evolutasi fra Jethro Tull ed Emerson Lake & Palmer- si basa su preziosi passaggi di flauto. I Lethe hanno realizzato un solo album, ma che album! Brani molto estesi e raffinati, con melodie sofisticate e grande ricercatezza esecutiva. Nelle fasi strumentali è ai livelli di Blå Vardag, il classico degli Atlas.”
ahsi.gif http://www.progarchives.com/artist.asp?id=593

Sono anni che nei “soliti posti” (Veruno, La Casa, Il Giardino, etc) si mormora del loro ritorno. Anni, perché ogni volta c’è qualcosa che si mette di traverso. Nondimeno, malgrado i tanti anni trascorsi e le diverse strade intraprese (anche geograficamente) dai vari membri, alla fine ‘sta sospirata reunion è realtà. Davvero un piccolo-grande evento per chi ha vissuto la “metà dei Novanta”, un bel periodo di eccelsa creatività e rinnovato interesse per il prog: una di quelle cicliche fasi in cui il vecchio e mai domo genere rialza la testa e reclama a gran voce il suo spazio.

user posted image

Fabio Sanzo: voce solista, basso, chitarra 12 corde
Valerio Vado (che nel 2017 viene più spontaneo accostare ai Rêverie): chitarra solista, voce
Lorenzo Gervasi: tastiere
Serena Bruni: flauto
Pietro Paganelli: batteria

Sul palco, quattro quinti della band originale: manca giusto Stefano Fornaroli, l’indimenticabile cantante/flautista nonché fondatore della band. Stefano, purtroppo, non appartiene più a questo mondo ormai da molti anni: immagino che sia anche e soprattutto per ricordarlo che gli altri Lethe hanno infine trovato in loro la stamina necessaria a vincere i tanti ostacoli che si frapponevano alla reunion.

Per quanto ne so, da Nymphae verrà eseguita Caccia alle Streghe. Seguiranno tre brani tratti dal secondo e mai pubblicato Il Cavaliere Inesistente, concept album ispirato al romanzo di Italo Calvino: Animali cristiani, Pagani e L'elmo d'oro. Penso sia dall’edizione 1996 del Prog Festival di Vigevano (la "Veruno" di quegli anni) che non venivano più eseguiti dal vivo. Non so se nella setlist verrà inclusa anche Via Della Seta, ma spero proprio di sì – era un loro standard.
________________________________________________

La domanda che il sottoscritto si pone (unitamente a molti altri reduci di quegli anni, ne sono certo) è una sola: trattasi di reunion una tantum, la più classica delle “rimpatriate” e destinata dunque a durare lo spazio d’una o due serate… o è l’inizio di un nuovo cammino?  Boh.gif

Mr. Valerio Vado!
Toc toc… si può?  Occhiolino.gif
Disturbo?
Sei iscritto al Forum, dicci qualcosa…

Keep the Flame burning!

Ciao Mauro e ciao a tutti gli "arlecchini"!

Disturbare? Certo che no, tutt'altro! :-) Il fatto è che, come accennai in una delle mie sporadicissime precedenti “incursioni”, ho poco tempo per leggere il forum e ancor meno per scriverci... Comunque finalmente riesco a connettermi e a rispondervi, anche perché mi fa davvero piacere che a qualcuno interessi ancora un gruppo “vintage” come i Lethe. ;-)

Come ha già scritto Mauro, la serata del 2 dicembre sarà dedicata a Stefano Fornaroli, il frontman originale dei Lethe nonché mio/nostro carissimo amico. In realtà questa serata si sarebbe dovuta tenere nel... 2014 per il ventennale della sua scomparsa, ma a causa di innumerevoli ostacoli logistici solo adesso siamo riusciti a provare abbastanza per suonare decentemente quattro brani (lunghetti) del nostro repertorio!
(nota per Mauro: purtroppo non suoneremo anche “Via della Seta”: usavamo delle percussioni elettroniche che ora non abbiamo più e con la batteria classica non rende...)

Ne approfitto per ringraziare i P.G. Rock (gruppo in cui suona il fratello del nostro batterista Pietro), che hanno organizzato la serata e che divideranno il palco con noi.

Per quanto mi riguarda, questa “reunion” da un lato è eccitante e dall'altro è straniante, perché certe dinamiche di 20 anni fa sono rimaste immutate (in tutti i sensi)... Ma per ora ci divertiamo ancora a suonare insieme e ci godiamo l'attimo.

Per il futuro, non so cosa potrà succedere. Oltre a suonare ancora dal vivo, si vorrebbe riprendere le registrazioni de “Il cavaliere inesistente”, che all'epoca suonammo integralmente dal vivo ma, a mio parere, i brani andrebbero *pesantemente* riarrangiati. Visti gli oggettivi problemi logistici (per vari motivi riusciamo a trovarci una volta ogni 2, 3 mesi), il tutto implicherebbe tempistiche bibliche, per cui... vedremo! Però, chissà, un brano alla volta... ;-)

Per ora è tutto. Vi ringrazio ancora per l'interesse e io e gli altri Lethe (Serena, Fabio, Lorenzo e Pietro) vi aspettiamo al nostro concerto a Paderno Dugnano sabato 2 dicembre!
KTFB,
Valerio

PS: Già che Mauro ha accennato ai Reverie, colgo l'occasione anche per rimandarvi al link su FB del concerto dei Reverie sabato 18 novembre alle 12:30 al Teatro Franco Parenti (Sala 3). Etno-prog in uno dei migliori teatri milanesi a ingresso libero... e quanno ve ricapita? ;-) https://www.facebook.com/events/495564700799922/
PMEmail Poster
Top
 
Mauro
Inviato il: Mercoledì, 08-Nov-2017, 11:47
Quote Post


Guardian of the Flame
*****

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 2868
Utente Nr: 470
Iscritto il: 27-Mag-2010



QUOTE (reverie)
QUOTE (Mauro)
La domanda che il sottoscritto si pone (unitamente a molti altri reduci di quegli anni, ne sono certo) è una sola: trattasi di reunion una tantum, la più classica delle “rimpatriate” e destinata dunque a durare lo spazio d’una o due serate… o è l’inizio di un nuovo cammino?  Boh.gif
Per il futuro, non so cosa potrà succedere. Oltre a suonare ancora dal vivo, si vorrebbe riprendere le registrazioni de “Il cavaliere inesistente”...

Dunque non sarà un “unicum”, c'è la volontà di suonare altre volte: bene, è quel che speravo di leggere! biggrin.gif Sarebbe bello vedervi a La Casa Di Alex, dove incontro molto spesso il vostro tastierista. Se avete meno di un’ora di materiale pronto, poco male: potreste fare da opener (e CHE opener) per un’altra band. Chissà? whistle.gif

QUOTE (reverie)
...io e gli altri Lethe (Serena, Fabio, Lorenzo e Pietro) vi aspettiamo al nostro concerto a Paderno Dugnano sabato 2 dicembre!
KTFB,
Valerio

Valerio: sabato 02 sarei IL PRIMO ad arrivare al Soa Irish Pub se non avessi già da tempo prenotato (pernottamento e poltroncina) per un bel prog festival a San Donà, in Veneto. Nella stessa serata, due eventi imperdibili: dannazione! angry4.gif A volte vorrei potermi dividere in due o possedere il dono dell’ubiquità. Anche per questo spero che abbiate altre occasioni live, ho una gran voglia di rivivere una ormai remota serata al Drugo di Vertemate…

Non ho comunque dubbi che a Paderno Dugnano qualche altro arlecchino (iscritto o lurker abituale) ci sarà. Promuovete al massimo questo evento in FaceBook, spammate ovunque. Io quel (pochissimo) che potevo fare in questo forum “analogico e vintage” l’ho fatto, ma nel 2017 le modalità di comunicazione sono ormai ben altre. roll.gif

KTFB

Messaggio modificato da Mauro il Mercoledì, 08-Nov-2017, 11:48
PMEmail Poster
Top
 
reverie
Inviato il: Mercoledì, 08-Nov-2017, 19:57
Quote Post


Hogweed
*

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 22
Utente Nr: 53
Iscritto il: 02-Giu-2007



Beh, Mauro, spero proprio che ci saranno altre occasioni per incontrarci!
Da parte nostra, la voglia di suonare in giro c'è.
Solo che, visto che siamo sparsi per mezza Italia, ci dobbiamo organizzare con *largo* anticipo!

Grazie ancora per la tua disponibilità e...
...KTFB!!! :-)

Valerio
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topic

 



[ Script Execution time: 4.4880 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]