Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )

Pagine : (3) [1] 2 3   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topic

> Joff Winks dei Sanguine Hum..., ...sancisce la rivoluzione copernicana
 
Mauro
Inviato il: Giovedì, 18-Apr-2019, 18:29
Quote Post


Guardian of the Flame
******

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 3742
Utente Nr: 470
Iscritto il: 27-Mag-2010



PROG Italia nr. 23
Pagina 79, in alto a destra.
Articolo sui Sanguine Hum
Parla Joff Winks (chitarra/tastiere/voce).

user posted image

"Credo che negli ultimi dieci anni, sempre più gruppi si stiano riconnettendo, in un modo o nell’altro, con il prog rock e con la musica progressive semplicemente per riuscire a sopravvivere uno si deve conformare agli stilemi prog per essere notato, per essere menzionato su Prog Archives o Progressive Ears [forum online], o per comparire nelle pagine di Prog”.

blink.gif blink.gif blink.gif

Oh, carta canta. Ora, è chiaro che la frase va contestualizzata: Joff Winks non intendeva certo dire che qualunque sia il genere di musica, occorre inserirvi qualche elemento prog per avere attenzione e visibilità. Se così fosse, dovremmo aspettarci tali elementi anche nella trap o nel più bieco pop di stampo sanremese.

Credo abbia inteso dire che volendo proporre musica non-mainstream (indie, alternative rock, ethno/lounge/fusion et similia: in generale ciò che NON passa in TV nè sui network radiofonici nazionali), la scelta di etichettarla come "prog” o "di ispirazione prog” aiuta ad acquisire visibilità nei giri underground. Anzi, di più: è INDISPENSABILE per tirare avanti.

arl-boh.gif
_________________________________________________________________________

Anyways: in quanto proveniente da un addetto ai lavori, un’affermazione così forte merita qualche riflessione. Eccovi le mie.

* Se, dico se, è veramente così... che rivoluzione copernicana, ragazzi! E’ ancora fresco in me il ricordo di quando "prog” era un marchio d’infamia, altroché. Ora: è innegabile che negli ultimi anni il termine è stato ampiamente sdoganato a tutti i livelli (ne abbiamo parlato molte volte qui in Arlequins), però da qui a dire che "prog” è diventato un ineludibile viatico ce ne corre, eh? Boh...

* Che dunque la mia (provocatoria) affermazione "ormai tutto è prog!” un qualche senso ce l’abbia? Se quanto afferma Winks è vero, la procedura è semplice. Hai composto un rock da 4’10”? Per prima cosa, allunghi per benino il brodo del brige strumentale che precede l’ultima strofa. Poi piazzi un bel finalone in mellotron (campionato) dopo l’ultimo refrain. A che punto sei? 6’02”? Okay, tocco finale: fra il primo e il secondo refrain, dentro un fraseggio jazz fra sax/pianoforte che non c’entra niente col resto del brano. Sei a 6:35. Perfetto: ora qualcuno lo chiamerà prog e fra gruppi Facebook, programmi radio, riviste e quant’altro il tuo nome bene o male circolerà.

* Ribadisco che 'sto andazzo a me NON fa piacere. D’altronde, se per la musica non-mainstream è così difficile emergere... allora ogni mezzo è lecito. A la guerre comme à la guerre, mon ami. Se attorno a 'sto c*zzo di prog ruota una comunità così entusiasta, perchè non blandirla? In fondo, tante band vogliono fare musica che esca un po’ dagli schemi: e se prog deve chiamarsi per essere notata, allora che prog sia.
_______________________________________________________

Queste sono le prime cose che mi son venute in mente dopo aver letto la sorprendente (ma non troppo) affermazione di Joff Winks, che è forse passata inosservata ai più.
Ecco, mi piacerebbe sapere cosa ne pensate voi.
Se scriverete qualcosa tipo "buon senso, suvvia: prima dell’intervista Joff s’era scolato qualche vodka a stomaco vuoto”, bene lo stesso. asd.gif
Parliamone.

Keep the Flame burning!
PMEmail Poster
Top
 
Ayrton 2112
Inviato il: Giovedì, 18-Apr-2019, 20:42
Quote Post


Purple Piper
****

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 811
Utente Nr: 820
Iscritto il: 22-Gen-2016



Affermazione molto forte e opinabile, mi trova d'accordo solo in parte.
Onestamente non conosco questi Sanguine Hum, non ho idea di cosa suonino e quanto la loro musica sia affine al prog "come lo intendiamo noi".
Vedo però che sono inglesi. Ora, la realtà musicale anglosassone è abbastanza diversa da quella europea, e in particolare ci sono due aspetti abbastanza singolari:

- da una parte, il rock negli ultimi vent'anni ha perso in maniera irrimediabile il suo posto nel mainstream musicale, sostituito dal rap, ed è considerato, soprattutto in America, musica "per maschi bianchi", e in quanto tale retrogrado, fuori moda e insensibile verso le minoranze (vi potrà sembrare assurdo, ma la questione della discriminazione in America ha raggiunto vette patafisiche, ma ne parleremo un'altra volta altrove).

- dall'altra, la comunità indie-hipster-alternativa (che in America ha un'influenza enormemente maggiore che da noi) ha iniziato a rivalutare/riscoprire sempre più generi in apparenza alieni al suo mondo, arrivando addirittura a blandire il mondo del black metal (!), e naturalmente anche il progressive, finendo con l'infilare tutto in un grande calderone con l'etichetta "musica per pochi eletti ". Ed è per questo, a mio avviso, che su Progarchives guardi a sinistra e vedi i Sigur Ros, i Radiohead e tutto il mondo post-rock, vai a destra e trovi i Wolves In The Throne Room, gli Enslaved, gli Agalloch e altra roba estrema - che a me personalmente piace un casino, ma sta al progressive come Renzi al marxismo.

Ora, non penso che questi due fattori bastino a dire "se fai musica di nicchia devi spacciarti per band prog per vendere due copie in più". Ma considerati i punti che ho esposto prima; considerato che, nell'epoca della musica liquida in streaming, il pubblico del prog e del metal è uno dei pochissimi che ancora valorizza il supporto fisico per la musica ed è disposto a spendere soldi per acquistarlo; considerato il richiamo che gruppi come Dream Theater e Tool (e in minor parte gli Opeth) esercitano ancora sulle nuove generazioni... sì, non mi stupisce più di tanto. Più che "connettersi col prog per sopravvivere", diciamo che puntano a raggiungere quella categoria di ascoltatori.



--------------------
"Di tutte le aberrazioni sessuali, forse la più aberrante è la castità." (R. De Gourmont)
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
Kid Cox
Inviato il: Giovedì, 18-Apr-2019, 23:51
Quote Post


Purple Piper
****

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 1299
Utente Nr: 88
Iscritto il: 16-Lug-2007



Ritengo che il discorso abbia un saggio filo conduttore :
Anche nelle Terre di Albione sono stati rivalutati TUTTI i Dinosauri anche perché hanno superato se pure con qualche cicatrice 50 anni di musica! Hanno superato mode e linciaggio, punk, dance, new wave, dark ecc. Molti che li smitikavano, sono finiti con un loro LP o CD tra le mani...
Oggi suonare prog credo che significhi "saper suonare e saper comporre" Come dire "noi non siamo DJ..."
Esagero?
PMEmail Poster
Top
 
Peppe
Inviato il: Venerdì, 19-Apr-2019, 07:51
Quote Post


Chameleon
Group Icon

Gruppo: Contributors
Messaggi: 5862
Utente Nr: 28
Iscritto il: 30-Mag-2007



Sarebbe interessante leggere l'affermazione in lingua originale.

Comunque io l'ho interpretata in maniera diversa: ho la forte sensazione che il tizio abbia inteso dire qualcosa del tipo "noi facciamo prog, ma per ottenere visibilità *nel mondo prog* non puoi essere troppo originale e devi seguire qualcosa di già sentito, devi fare qualcosa che sia riconducibile e somigli a Genesis, Pink Floyd, King Crimson, ecc.". Infatti parla di cosa bisogna fare per comparire su Progarchives, ecc. non su Rolling Stone o su Mojo.

Poi magari è ancora troppo presto, sono sveglio da poco e non ho capito una mazza io asd.gif

Peppe
PMEmail PosterUsers WebsiteMSN
Top
 
Mauro
Inviato il: Venerdì, 19-Apr-2019, 08:47
Quote Post


Guardian of the Flame
******

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 3742
Utente Nr: 470
Iscritto il: 27-Mag-2010



QUOTE (Peppe)
Sarebbe interessante leggere l'affermazione in lingua originale.

Giusto!

Tanto la grammatica inglese è essenziale, quanto il lessico è immenso. Per esprimere un concetto esistono da tre a cinque differenti opzioni; il privilegiarne l’una piuttosto che l’altra è una scelta ben precisa, dettata da ciò che davvero vuoi esprimere. L’italiano va dritto al punto, l’inglese è sfuggente e indiretto.

Ma tant’è: la traduzione di PROG Italia è senz’altro la migliore possibile, arrovelliamoci su di essa.

KTFB
PMEmail Poster
Top
 
Michele
Inviato il: Sabato, 20-Apr-2019, 00:50
Quote Post


Little Red Robin Hood
Group Icon

Gruppo: Contributors
Messaggi: 1613
Utente Nr: 448
Iscritto il: 09-Apr-2010



Che diversi gruppi vengano presentati dalle note delle case discografiche come prog e invece non lo siano affatto, è una situazione che qualsiasi recensore onesto dovrebbe ammettere. Se adesso questa vuole essere la scusa per sfrenarsi chiedendo : "Potresti per favore dire cosa si intende o che cosa intendi tu per prog" - beh - tutti liberi di scannarsi per l'ennesima volta.

Messaggio modificato da Michele il Sabato, 20-Apr-2019, 00:50


--------------------
I sentimenti creano dipendenza, meglio l'alcol.
PMEmail Poster
Top
 
VeteraEtNova
Inviato il: Sabato, 20-Apr-2019, 10:44
Quote Post


Chameleon
*******

Gruppo: Guidelines
Messaggi: 5405
Utente Nr: 358
Iscritto il: 29-Mag-2009



QUOTE (Michele @ Sabato, 20-Apr-2019, 00:50)
Che diversi gruppi vengano presentati dalle note delle case discografiche come prog e invece non lo siano affatto, è una situazione che qualsiasi recensore onesto dovrebbe ammettere. Se adesso questa vuole essere la scusa per sfrenarsi chiedendo : "Potresti per favore dire cosa si intende o che cosa intendi tu per prog" - beh - tutti liberi di scannarsi per l'ennesima volta.

Non ho sinceramente ben colto l'effettivo nesso con la discussione, ma in ogni caso, mi fai per cortesia
qualche esempio di gruppi presentati dalle note delle case discografiche come prog che invece non lo sono ?
PMEmail Poster
Top
 
Michele
Inviato il: Sabato, 20-Apr-2019, 21:32
Quote Post


Little Red Robin Hood
Group Icon

Gruppo: Contributors
Messaggi: 1613
Utente Nr: 448
Iscritto il: 09-Apr-2010



Vai a farti strabenedire.


--------------------
I sentimenti creano dipendenza, meglio l'alcol.
PMEmail Poster
Top
 
progmaster
Inviato il: Domenica, 21-Apr-2019, 08:10
Quote Post


Purple Piper
****

Gruppo: Guidelines
Messaggi: 1146
Utente Nr: 14
Iscritto il: 30-Mag-2007



blowup.gif Boh.gif altro post che va a farsi benedire?
Buona Pasqua biggrin.gif


--------------------
Non c’è mai fine; ci sono sempre nuovi suoni da immaginare,nuovi sentimenti da esprimere.
John “Trane” Coltrane

...non cambierei le mie esperienze di allora, nè sarei quello che sono, se non fosse per quel periodo...
Peter Hammill
PMEmail Poster
Top
 
VeteraEtNova
Inviato il: Domenica, 21-Apr-2019, 10:10
Quote Post


Chameleon
*******

Gruppo: Guidelines
Messaggi: 5405
Utente Nr: 358
Iscritto il: 29-Mag-2009



QUOTE (Michele @ Sabato, 20-Apr-2019, 21:32)
Vai a farti strabenedire.

Buona Pasqua anche a te.
PMEmail Poster
Top
 
Armo
Inviato il: Domenica, 21-Apr-2019, 22:22
Quote Post


Lucky Man
**

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 82
Utente Nr: 882
Iscritto il: 18-Feb-2019



Io non seguo le recensioni online, per cui non ho questa percezione.
Però ascoltando musica da YouTube, vedo che vengono proposte molte band a me sconosciute all'interno del filone prog, ma per me di prog hanno ben poco.
Quindi quanto dice il Winks potrebbe anche essere vero.
PMEmail Poster
Top
 
river
Inviato il: Lunedì, 22-Apr-2019, 13:03
Quote Post


Primo nemico del superbo Arlecchino
****

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 559
Utente Nr: 279
Iscritto il: 18-Set-2008



Anche nel campo del prog metal o del post prog o del prog rock in chiave contemporanea in generale spesso accade di vedere classificazioni sospette, che si giustificano solo per vaghe eco o influenze leggerissime o ancora per il ricorso a qualche stilema banalizzato. Questo fenomeno poi è incomprensibile, dato che - come è stato detto - non è nemmeno che l'etichetta prog ti faccia vendere i dischi a milioni. Mah, io credo che ognuno abbia le orecchie per giudicare:

1) se una cosa è prog o no.
2) se una cosa è buona o no.



--------------------
Can a burger lover deny the existence of the cheeseburger?
PMEmail Poster
Top
 
VeteraEtNova
Inviato il: Lunedì, 22-Apr-2019, 14:24
Quote Post


Chameleon
*******

Gruppo: Guidelines
Messaggi: 5405
Utente Nr: 358
Iscritto il: 29-Mag-2009



QUOTE (river @ Lunedì, 22-Apr-2019, 13:03)
Mah, io credo che ognuno abbia le orecchie per giudicare:

1) se una cosa è prog o no.
2) se una cosa è buona o no.

Nello stesso numero di prog Italia c'è un articolo che parla degli Azusa.

Secondo te sono prog ?
PMEmail Poster
Top
 
river
Inviato il: Lunedì, 22-Apr-2019, 15:42
Quote Post


Primo nemico del superbo Arlecchino
****

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 559
Utente Nr: 279
Iscritto il: 18-Set-2008



QUOTE (VeteraEtNova @ Lunedì, 22-Apr-2019, 13:24)
QUOTE (river @ Lunedì, 22-Apr-2019, 13:03)
Mah, io credo che ognuno abbia le orecchie per giudicare:

1) se una cosa è prog o no.
2) se una cosa è buona o no.

Nello stesso numero di prog Italia c'è un articolo che parla degli Azusa.

Secondo te sono prog ?

Per l'appunto - no. Per me gli Azusa non fanno buona musica (ma è soggettivo); inoltre non penso affatto si possano definire prog, se non avendo un concetto incredibilmente e ingiustificatamente ampio del concetto di progressive. Per me non sono prog i Dllinger Escape Plan, figurati gli Azusa. Credo che la scelta di parlarne all'interno di un numero di Prog sia legata alla volontà di ampliare l'agorà, cercando di mettere a tema anche generi "prog-related" un po' come fa Prog Archives, che però ha l'ambizione di essere definita un'enciclopedia. In altre parole la cosa non mi scandalizza, ma comprendo perfettamente l'operazione e credo di avere gli strumenti per distinguere.


--------------------
Can a burger lover deny the existence of the cheeseburger?
PMEmail Poster
Top
 
VeteraEtNova
Inviato il: Martedì, 23-Apr-2019, 09:12
Quote Post


Chameleon
*******

Gruppo: Guidelines
Messaggi: 5405
Utente Nr: 358
Iscritto il: 29-Mag-2009



Credo pure io che gli Azusa non abbiano nulla o quasi a che fare con il prog, e pur comprendendo i motivi per i quali se ne parli su prog italia, non sarò certo io a giustificare la loro presenza.

Ci sono di certo altre band odierne e prog che fanno musica decisamente migliore che meriterebbero più attenzione e visibilità.

Detto questo, credo che il discorso "prog no prog" e che la barzelletta sulla presunta situazione che " qualsiasi onesto recensore dovrebbe ammettere" siano fuori contesto rispetto alle parole di Winks.

Provo a dare un'altra chiave di lettura.

In primis, penso che il discorso riguardi il circuito di nicchia prog e non quello mainstream.

In secondo luogo, credo appunto che le parole di Winks facciano riferimento al fatto che nel circuito prog sia più facile avere visibilità e riconoscimenti rifacendosi più esplicitamente a ben precisi stilemi prog e/o facendo musica in cui i riferimenti ai mostri sacri del passato siano più nitidi e evidenti.

In pratica, penso che Winks cerchi di evidenziare quali siano le difficoltà che oggi hanno le band che tentano di essere non dico "originali", ma quantomeno "personali" nella loro proposta musicale. Tipo quella dei Sanguine Hum, per intenderci.

Poi magari mi sbaglio.

Messaggio modificato da VeteraEtNova il Martedì, 23-Apr-2019, 10:02
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (3) [1] 2 3  Reply to this topicStart new topic

 



[ Script Execution time: 0.5382 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]