Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )

Pagine : (2) [1] 2   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topic

> Quattro per tre
 
Mauro
Inviato il: Mercoledì, 08-Mag-2019, 07:35
Quote Post


Guardian of the Flame
******

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 3742
Utente Nr: 470
Iscritto il: 27-Mag-2010



Le risposte sono le solite tre: Nome della Band, Titolo del Disco e Titolo del brano.
Però, per risalire ad esse, vi chiedo di ragionare su quattro immagini.
Così... tanto per rendervi le cose un pochino più difficili. Occhiolino.gif Giusto un pochino.
Buon divertimento!

user posted image

user posted image

user posted image

user posted image

Keep the Flame burning!
PMEmail Poster
Top
 
Jacobaeus
Inviato il: Mercoledì, 08-Mag-2019, 09:10
Quote Post


The Founder
Group Icon

Gruppo: Staff
Messaggi: 6455
Utente Nr: 5
Iscritto il: 30-Mag-2007



Una possibile soluzione poteva essere

Huis ‎– "Despite Guardian Angels"
(Huis = casa in olandese)

...ma i titoli dei brani non aiutano per le successive due immagini.
PMEmail PosterUsers Website
Top
Adv
Adv














Top
 
Armo
Inviato il: Mercoledì, 08-Mag-2019, 11:57
Quote Post


Lucky Man
**

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 82
Utente Nr: 882
Iscritto il: 18-Feb-2019



Io sto sul classico:

Yes - Close to the Edge

biggrin.gif
PMEmail Poster
Top
 
Mauro
Inviato il: Mercoledì, 08-Mag-2019, 13:18
Quote Post


Guardian of the Flame
******

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 3742
Utente Nr: 470
Iscritto il: 27-Mag-2010



No ragazzi, non ci siamo.
_________________________________________

Sentite: è un po' presto per partire con gli aiutini di rito, ma una cosa voglio dirvela.
Come (quasi) sempre avviene, gli enigmi del vostro Quizmaster sono molto trasparenti.
La parole che vi servono per rispondere le avete lì, sotto gli occhi.
Non serve dedurre alcunchè, davvero.

Potreste obiettare: "ok, ma ciascuna immagine suggerisce più parole".
Va bene: ma quante ve ne può suggerire, d'acchito?
Venti, trenta? No, dai...
Quelle quattro o cinque, via: anche meno. Occhiolino.gif

KTFB
PMEmail Poster
Top
 
Armo
Inviato il: Mercoledì, 08-Mag-2019, 16:33
Quote Post


Lucky Man
**

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 82
Utente Nr: 882
Iscritto il: 18-Feb-2019



Sto pensando anche agli Ange, ma non trovo riscontri sul titolo del disco...
PMEmail Poster
Top
 
Mauro
Inviato il: Mercoledì, 08-Mag-2019, 20:37
Quote Post


Guardian of the Flame
******

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 3742
Utente Nr: 470
Iscritto il: 27-Mag-2010



- Ange? No, non è la band giusta.
Attenti, nella frasetta qui sopra è comunque nascosto... qualcosa di utile. Individuatelo. Occhiolino.gif

- Lo spunto è però quello valido.
Fermatevi dunque sulla parola “angeli” e dimenticatene altre che avrebbero potuto venirvi alla mente: che so… cherubini, paradiso, coro.

KTFB
PMEmail Poster
Top
 
Mauro
Inviato il: Giovedì, 09-Mag-2019, 11:27
Quote Post


Guardian of the Flame
******

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 3742
Utente Nr: 470
Iscritto il: 27-Mag-2010



Niente, eh? icon_smile_dead.gif Blokkati.
E' tempo di aiutino.
Allora, assodato che:
- sia la prima che la seconda immagine riportano al Nome della Band
- in questo Nome esiste un riferimento diretto agli angeli...
...l'aiutino è il seguente.
_________________________________________________

Prof.gif Arlecchini, SVEGLIA!
Metà circa di voi 'sto disco l'ha in casa!
L'altra metà l'ha quantomeno ascoltato!!
Se siete fra i pochi che non l'hanno mai neppure ascoltato, lo avete al 100% sentito nominare!!!
Stiamo parlando di un CLASSICO!!!! angry4.gif

KTFB
PMEmail Poster
Top
 
Jacobaeus
Inviato il: Giovedì, 09-Mag-2019, 12:16
Quote Post


The Founder
Group Icon

Gruppo: Staff
Messaggi: 6455
Utente Nr: 5
Iscritto il: 30-Mag-2007



album: Änglagård - Hybris
traccia: Jordrök
PMEmail PosterUsers Website
Top
 
Mauro
Inviato il: Giovedì, 09-Mag-2019, 13:25
Quote Post


Guardian of the Flame
******

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 3742
Utente Nr: 470
Iscritto il: 27-Mag-2010



Winner.gif Jaco! Winner.gif

Dai, non era difficile. Vediamo...

Änglagård = La fattoria degli angeli, in svedese.
Sentiamo quanto detto da Mattias Olsson in risposta a una domanda sul significato del nome.
Who came up with the bandname? What does it mean?
"I think it was Tord. His story was that his grandmother as a young.girl had a box with paperdoll pictures of Angels and she called the box Änglagård. A farm of Angels."

ahsi.gif http://www.anglagard.net/faq.htm

Hybris = Tracotanza, in greco.

Jordrök = Il fumo della Terra, in svedese.

Ve l'avevo detto: più trasparente di così...

tease.gif

KTFB
PMEmail Poster
Top
 
Armo
Inviato il: Giovedì, 09-Mag-2019, 17:40
Quote Post


Lucky Man
**

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 82
Utente Nr: 882
Iscritto il: 18-Feb-2019



QUOTE (Mauro @ Giovedì, 09-Mag-2019, 12:25)
Winner.gif Jaco! Winner.gif

Dai, non era difficile. Vediamo...

Änglagård = La fattoria degli angeli, in svedese.
Sentiamo quanto detto da Mattias Olsson in risposta a una domanda sul significato del nome.
Who came up with the bandname? What does it mean?
"I think it was Tord. His story was that his grandmother as a young.girl had a box with paperdoll pictures of Angels and she called the box Änglagård. A farm of Angels."

ahsi.gif http://www.anglagard.net/faq.htm

Hybris = Tracotanza, in greco.

Jordrök = Il fumo della Terra, in svedese.

Ve l'avevo detto: più trasparente di così...

tease.gif

KTFB

Non ci sarei mai arrivato! surrender.gif

Purtroppo non conosco la band in questione se non di nome e pochi ascolti fugaci dal web, che non mi hanno particolarmente entusiasmato…


e non so se mi entusiasmeranno mai... ma mai dire mai, diceva qualcuno... biggrin.gif


comunque complimenti a Jaco e anche a te Mauro, hai una bellissima fantasia nel creare questi giochini intriganti. ARLEQ-jumping.gif
PMEmail Poster
Top
 
Ayrton 2112
Inviato il: Giovedì, 09-Mag-2019, 19:29
Quote Post


Purple Piper
****

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 811
Utente Nr: 820
Iscritto il: 22-Gen-2016



Cavolo, uno dei miei brani preferiti del prog anni '90, ci potevo arrivare surrender.gif


--------------------
"Di tutte le aberrazioni sessuali, forse la più aberrante è la castità." (R. De Gourmont)
PMEmail Poster
Top
 
Mauro
Inviato il: Giovedì, 09-Mag-2019, 20:31
Quote Post


Guardian of the Flame
******

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 3742
Utente Nr: 470
Iscritto il: 27-Mag-2010



QUOTE (Armo)
Purtroppo non conosco la band in questione se non di nome e pochi ascolti fugaci dal web, che non mi hanno particolarmente entusiasmato…
e non so se mi entusiasmeranno mai... ma mai dire mai, diceva qualcuno...

Dici bene: mai dire mai.
Certi dischi non mi hanno conquistato al primo ascolto, anzi.
Certi dischi sono stati molto pazienti con me.
Certi dischi mi hanno atteso anni e anni: e questo me li ha fatti apprezzare anche di più.

QUOTE (Armo)
comunque complimenti a Jaco e anche a te Mauro, hai una bellissima fantasia nel creare questi giochini intriganti. 

Grazie, troppo gentile! biggrin.gif
Cerco solo di movimentare un po' il Forum e non so più a che santo votarmi, credimi... roll.gif
Dammi una mano, inventa qualcosa anche tu!

KTFB
PMEmail Poster
Top
 
giuse
Inviato il: Venerdì, 10-Mag-2019, 10:13
Quote Post


Prog-Nauta
***

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 369
Utente Nr: 814
Iscritto il: 07-Set-2015



Caro Armo,
Mauro ha ragione, mai dire mai.
Io sono un po’ più vecchio di te, e forse di molti altri arlecchini (anno di grazia 1956) eppure avendo avuto un black out di quasi due decenni ho dovuto recuperare il tempo perso.
Ad esempio gli Anglagard non li ho ascoltati negli anni 90, ma non prima di 4-5 anni fa.
Non ti possono certo colpire al primo ascolto….
Ma sai qual è il problema ? (e mi scuso per l’OT, ma è un argomento al quale tengo particolarmente)
Il problema è la esageratissima sovrabbondanza di uscite che obbligano ad ascolti veloci e quindi superficiali.
Hai citato Close to the Edge.
Quando l’ho comprato, nel 1972, pur già svezzato da Fragile e Yes Album, ho dovuto ascoltare più e più volte il caos organizzato dell’inizio, prima di apprezzarlo e di considerarlo una delle vette di tutto il rock progressivo (quanto meno di quello che ho ascoltato).
Ho potuto ascoltarlo tante volte perché le uscite (e anche le finanze, devo ammettere…) erano molto più scarse.
Oggi quello che più mi manca è proprio la possibilità di approfondire
Ciao
PMEmail Poster
Top
 
Armo
Inviato il: Venerdì, 10-Mag-2019, 13:21
Quote Post


Lucky Man
**

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 82
Utente Nr: 882
Iscritto il: 18-Feb-2019



QUOTE (giuse @ Venerdì, 10-Mag-2019, 09:13)
Caro Armo,
Mauro ha ragione, mai dire mai.
Io sono un po’ più vecchio di te, e forse di molti altri arlecchini (anno di grazia 1956) eppure avendo avuto un black out di quasi due decenni ho dovuto recuperare il tempo perso.
Ad esempio gli Anglagard non li ho ascoltati negli anni 90, ma non prima di 4-5 anni fa.
Non ti possono certo colpire al primo ascolto….
Ma sai qual è il problema ? (e mi scuso per l’OT, ma è un argomento al quale tengo particolarmente)
Il problema è la esageratissima sovrabbondanza di uscite che obbligano ad ascolti veloci e quindi superficiali.
Hai citato Close to the Edge.
Quando l’ho comprato, nel 1972, pur già svezzato da Fragile e Yes Album, ho dovuto ascoltare più e più volte il caos organizzato dell’inizio, prima di apprezzarlo e di considerarlo una delle vette di tutto il rock progressivo (quanto meno di quello che ho ascoltato).
Ho potuto ascoltarlo tante volte perché le uscite (e anche le finanze, devo ammettere…) erano molto più scarse.
Oggi quello che più mi manca è proprio la possibilità di approfondire
Ciao

Grazie della riflessione, Giuse.
Concordo in toto col tuo pensiero.
Oggi c'è molta musica, e ci vuole tempo per ascoltarla e apprezzarla tutta.
Forse anche per questo siamo un po' costretti a fare una cernita, secondo gusti e inclinazioni, seppur del momento.

A dire il vero, ho provato varie volte a avvicinarmi al sound heavy-dark di certo prog tipico del nord Europa, ma ho sempre avuto difficoltà a farmelo piacere.

Detto ciò, non do giudizi definitivi su nulla che, pur non facendomi impazzire, sento essere comunque buona musica.

Come spesso mi accade, c'è un tempo in cui qualcosa va alla grande, e qualcos'altro no, per poi ribaltarsi la situazione.
Vuoi la noia, vuoi la maturità, vuoi la voglia di cambiare, la musica che prima non mi piaceva e che nemmeno cercavo, ora magari la ritengo addirittura fondamentale.
Adesso trovo importantissimo studiare, ascoltare, anche forzatamente, tutto ciò che è almeno ritenuto unanimamente di valore.

Esempio: fino a un anno fa non capivo la produzione solista di Robert Wyatt. Poi ascoltando di nuovo Rock Bottom ho avuto come una illuminazione. E da lì ho di nuovo compreso e fatto mio una citazione letteraria che estenderei all'arte tutta:

"È più facile che non sia l'opera che non è piaciuta a te, ma tu che non sia piaciuto all'opera".

Messaggio modificato da Armo il Venerdì, 10-Mag-2019, 13:23
PMEmail Poster
Top
 
Mauro
Inviato il: Venerdì, 10-Mag-2019, 18:25
Quote Post


Guardian of the Flame
******

Gruppo: Senior Members
Messaggi: 3742
Utente Nr: 470
Iscritto il: 27-Mag-2010



QUOTE (giuse)
...(e mi scuso per l’OT, ma è un argomento al quale tengo particolarmente)

Sereno, Giuse. Occhiolino.gif
Siamo nella sezione Piazza del Campo: qui si gioca e si c*zzeggia.
Gli OT, qui dentro, sono un peccato men che veniale!

QUOTE (Armo)
QUOTE (giuse)
Il problema è la esageratissima sovrabbondanza di uscite che obbligano ad ascolti veloci e quindi superficiali.
...le uscite ...erano molto più scarse. Oggi quello che più mi manca è proprio la possibilità di approfondire

Concordo in toto col tuo pensiero.
Oggi c'è molta musica, e ci vuole tempo per ascoltarla e apprezzarla tutta.
Forse anche per questo siamo un po' costretti a fare una cernita

La questione è seria, secondo me.
Giuse ne parla da tempo, io ho gli ho sempre puntualmente fatto eco: e ora ecco Armo.
Se ben ricordo anche altri arlecchini hanno sottolineato questo stato di cose, stigmatizzandolo.
Io, che vivo molto il prog sul campo, ho un sacco di occasioni per incontrare amici proggers (e per conoscerne di nuovi).
Beh, credetemi se vi dico che negli ultimi due/tre anni questo discorso l'ho sentito fare da tanti altri.
Sta succedendo qualcosa, sissignori. gia.gif Questo "qualcosa" me lo raffiguro come una Sindrome vera e propria.

user posted image

Sindrome di cui conosciamo i sintomi, ma non gli effetti nel medio-lungo periodo.
Una cosa la so, però: noialtri, qui dentro, abbiamo semplicemente ridotto l'ascolto delle novità e/o le ascoltiamo superficialmente, giusto?
Ebbene, vi assicuro che là fuori tanti hanno affrontato il problema mediante un approccio ben più radicale. gia.gif
Inizio a sentire un po' troppo spesso la frase "mi son proprio rotto le p*lle di seguire 'sta miriade di gruppetti e gruppettini. Sono tornato ad ascoltare solo i classici, almeno so cosa ascolto e non perdo più tempo".
Non emetto alcun giudizio in merito, mi limito a dirvi come stanno le cose.

KTFB

Messaggio modificato da Mauro il Venerdì, 10-Mag-2019, 18:29
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (2) [1] 2  Reply to this topicStart new topic

 



[ Script Execution time: 0.6174 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]